Il WARAKU è Budo.

Il Budo è un percorso per condurre una persona attraverso la teoria e la pratica fino a diventare un Monono-fu. Il Monono-fu è una persona che prende responsabilità per lo spazio esistente. Detto in parole povere è un Samurai. Il Budo non è un’arte marziale. Tutte le arti marziali diffuse nel mondo sono tecniche che una persona può utilizzare per combattere contro un’altra persona mentre il Budo lotta solamente contro il potere malvagio. Il Budo non combatte mai contro una persona debole. Nell’antico libro giapponese “Kojiki” (Cronaca di antichi eventi) si dice che Dio creò il mondo con una lancia. Ciò significa che il Budo nasce dall’arte della creazione, la creazione della terra ferma e la creazione degli esseri umani. Non è consono alla maniera giapponese il modo di pensare secondo il quale, per migliorare se stessi mentalmente e fisicamente, bisogna lottare l’uno contro l’altro per stabilire chi vince o perde, con un giudizio del tipo “il più debole soccombe sempre” o “il più forte domina il più debole”. Purtroppo, questa tendenza è molto diffusa nella società moderna. Non si può raggiungere il mondo dell’armonia se lo scopo dell’apprendimento è di imparare “a lottare e vincere”. Questo modo di pensare trae origine dalla brutale mentalità dei guerrieri medievali e una delle ragioni per cui la gente pensa in questo modo è che cerca di applicare ai giorni nostri l’etica e le tecniche di lotta di quei tempi. Noi stiamo per raggiungere il culmine della civilizzazione, ma continuano a verificarsi tragedie a causa di alcuni paesi che ne invadono altri e di popoli che combattono fra di loro per la conquista di maggiori diritti. Nello stesso tempo molte persone indifese soffrono per la fame e le malattie e sono vittime della condizione attuale, che è semplicemente un inferno in terra. Piuttosto che sforzarci di diventare audaci oltre il necessario per sconfiggere i nostri antagonisti, non sarebbe più utile invece calmare le nostre menti e imparare come rendere gli altri capaci di realizzare tutto il loro potenziale? Dovremmo smettere di lottare. Non dovremmo ferire altre persone. È ora di mettere fine alla nostra mentalità dell’ “io per primo” e riportare i nostri cuori indietro fino al tempo in cui non esistevano guerre, scivolando al tempo di Dio, fino a fluttuare in quella terra del cuore dove filtrano i raggi dell’inizio di primavera, e ritrovare dentro di noi quella forza del principio, quella stessa forza che creò l’universo. La nostra intenzione è di abolire attraverso la nostra pratica le forze distruttive e realizzare un mondo armonioso e unito, pieno di amore e bontà. 

A cosa è utile il WARAKU

Nel “Waraku” noi diamo importanza ai vari centri: del corpo, del cuore, della famiglia, della nazione, del mondo, e così via. Tutto si muove armoniosamente quando il movimento viene dal centro. È come disegnare un cerchio: se non si sa dov’è il centro non si può disegnare un cerchio. Si può dire che l’insegnamento del Waraku riguardi il come trovare un centro e utilizzarlo. Trovando il centro è possibile migliorare la capacità di guarigione del proprio corpo e ripristinare il proprio equilibrio mentale. Crediamo che la chiave per avere una vita piena di salute e di pace sia nello sforzarsi ogni giorno di raggiungere un buon equilibrio mentale e fisico.

Come possono essere usate per la pace le tecniche del WARAKU? 

Quando si tiene un ambiente chiuso a lungo, gli odori al suo interno si confondono e diventano sgradevoli. Quando si usa un deodorante tutti quei cattivi odori magicamente scompaiono e il buon odore che riempie la stanza fa sentire meglio chi vi si trova. Si può dire che il ruolo delle arti marziali sia quello di insegnare alle persone a svolgere un ruolo simile a quello del deodorante. Semplicemente stando in un luogo le persone intorno a loro si sentono serene, non si minacciano o aggrediscono, tutto va bene e vivono libere come il vento.

ISTRUTTORE: Daniele Giorcelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.