Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo event è passato.

Dimostrazione di Danza Indiana stile Bharatanatyam

17 settembre 2014 @ 20:30 - 19 settembre 2014 @ 20:00

In occasione della settimana di inaugurazione dell’associazione Crisopea si terrà una dimostrazione di danza indiana in DUE REPLICHE:

– MERCOLEDì 17 SETTEMBRE – ore 20.30
– VENERDì 19 SETTEMBRE – ore 20.30

Il Bharatanatyam è la più antica forma di danza classica indiana. Nato nel sud dell’India, si può considerare uno “Yoga artistico” (Natya Yoga), il cui fine è fare emergere lo Spirito, il Fuoco, attraverso il movimento armonico e l’espressività del corpo. Narra storie di dei e di uomini, miti che rispecchiano gli infiniti giochi dell’energia nella coscienza umana e universale.

“Secondo il mito, gli dei chiesero a Brahma di creare un Veda (testo sacro) che potesse essere compreso da tutti gli uomini, anche i non eruditi. Si stava infatti avvicinando il Kali Yuga, l’epoca in cui l’universo è attraversato da un mare di desiderio, gelosia e rabbia, in cui gli uomini diventano schiavi del piacere e del dolore. Brahma, mosso dalla compassione, creò dunque una forma di intrattenimento che potesse essere vista, ascoltata e compresa da tutte le persone, poiché all’inizio dell’età della confusione, la corretta interpretazione dei testi sacri andò perduta.
La danza venne creata non per mero piacere, ma per incarnare le relazioni e le espressioni del movimento dell’energia che scorre tra i tre mondi (fisico, astrale, mentale).
Per creare questo nuovo Veda, il Natya Veda, quintessenza degli altri quattro, Brahma prese le Pathya (Parole) dal Rig Veda, l’Abhinaya (la recitazione) dallo Yajurveda, la Geetham (musica e canto) dal Samaveda, ed il Rasam (la corrente di sentimento ed energia vitale) dall’Atharvaveda. Poi lo trasmise al saggio Bharata, che lo trascrisse e lo diffuse nel mondo materiale. Bharata insegnò ai semi dei (i Gandharvas, musicisti celestiali, e le Apsaras, muse della danza) l’arte della danza, e li esortò ad esibirsi al cospetto di Shiva. Questi, in seguito alla loro esibizione, chiese al saggio Tandu di sviluppare ulteriormente la parte energica e ritmica della danza, che divenne nota come Tandava, la danza cosmica del Dio della Distruzione. Poi insegnò alla sua compagna, Parvathi, l’aspetto espressivo, armonico e soave della danza, il Lasya. La Dea lo trasmise ad Usha, la bellissima figlia del re Banasura, che lo diffuse alle Gopi di Dwarka. E fu così che Shiva, seguendo le indicazioni di Brahma, creò il Bharatanatyam.”

Davide Bolzoni studia Bharatanatyam dal 2010 presso l’associazione Jaya a Bologna (http://associazionejaya.it/). Inizia nel 2004 a praticare Yoga e meditazione, e nel tempo, il suo percorso lo ha portato a focalizzarsi sul rapporto tra movimento e consapevolezza. 

Dettagli

Inizio:
17 settembre 2014 @ 20:30
End:
19 settembre 2014 @ 20:00

Luogo

Associazione Crisopea
Via Giuseppe Parini, 9
Torino,
+ Google Map: